Oggi Marco Lucetti vi racconta come scegliere e curare i ciclamini.

Una pianta molto antica selezionata e coltivata da tempo immemore.

Contrariamente a quanto, forse, qualcuno potrebbe pensare il Ciclamino è una pianta che non soffre assolutamente il freddo, anzi le basse temperature costituiscono l’habitat ideale per questo fiore.

Le varietà migliori di ciclamino vengono catalogate come F1, si tratta cioè di esemplari destinati non alla grande distribuzione dei vari supermercati ma che potete trovare solamente nei negozi specializzati nella vendita di fiori.

Le caratteristiche dei ciclamini di questa categoria sono facilmente individuabili anche da un occhio un pochino meno esperto:

  • La struttura della pianta appare molto solida
  • Le foglie sono molto fitte ed incastrate saldamente tra di loro, assumono una forma cosiddetta a torta

I ciclamini hanno bisogno di un’adeguata idratazione anche se è vivamente sconsigliato far ristagnare l’acqua sul fondo del vaso.

La terra contenuta nel vaso assorbe l’acqua dal basso verso l’alto, mettendo quindi l’acqua nella parte inferiore del contenitore questa risalirà al suo interno, circa per il doppio dell’altezza, lasciando però asciutta la parte superiore del terriccio.

Impariamo dalla natura: le piante si abbeverano con la pioggia, ovvero dall’alto!

Quindi il modo migliore per abbeverare i nostri ciclamini consiste nel bagnargli dall’alto preoccupandosi poi di far scolare via l’acqua in eccesso e quindi metterli a riposo.

Altra buona abitudine è quella di controllare, di tanto in tanto, lo stato dei fiori per verificare le condizioni di salute della pianta, intervenendo se necessario.

I fiori che hanno concluso il proprio processo vitale vanno eliminati dalla pianta ma lo si deve fare nel modo corretto.

NON USIAMO LE FORBICI

Per rimuovere i fiori invecchiati basta semplicemente afferrarli alla base e, con un movimento deciso, strapparli via (si devono proprio staccare dalla loro base).

Le forbici non andrebbero mai usate per rimuovere solamente i fiori perché il gambo contiene al suo interno ancora una discreta quantità di acqua che, stagnando, marcirebbe velocemente favorendo il proliferare di micosi molto dannose per il bulbo del ciclamino.

Il ciclamino è una pianta molto resistente e discretamente longeva a patto di scegliere e acquistare esemplari selezionati e di fascia superiore.

Se avete bisogno di consigli su come curare al meglio fiori e piante contattatemi tranquillamente.

Marco é sempre molto disponibile a dispensare idee e suggerimenti per i le vostre piantine.

Potete mandare un messaggio da qui o chiamarlo direttamente in negozio allo 010/6459853.