Phalaenopsis Ibrida, questo il nome di questa meravigliosa varietà di orchidee.

E’ una delle varietà di orchidea più coltivata al mondo e si hanno notizie della sua produzione addirittura già nei primi anni del 1800.

Origini del nome Phalaenopsis

Il nome Phalenopsis di derivazione greca ha origine dalla particolare forma dei suoi fiori a forma di farfalla.

Il nome è generato dall’unione delle due parole greche phalaen (farfalla) e opsis (simile a).

Quest’orchidea ama molto gli ambienti arieggiati ma non deve però essere esposta a correnti eccessivamente fredde.

La temperatura ottimale per farla vivere al meglio è tra i 18° ed i 30°.

Se avete la fortuna di possedere un giardino scegliete un luogo adeguatamente ombreggiato e, nel periodo estivo, gradirà molto stare all’aria aperta.

La Phalaenopsis deve essere contenuta all’interno di un contenitore mantenuto umido in maniera adeguata.

Potete abbeverare la pianta per immersione ogni 10 giorni.

La cura massima consiste nel dissetare questa orchidea utilizzando acqua demineralizzata ma potete tranquillamente utilizzare acqua comune purché fresca.

Una cosa invece molto importante per la salute della pianta è evitare il ristagno dell’acqua che è assolutamente inutile.

La Phalaenopsis è una pianta aerea

La Phalaenopsis, come tutte le orchidee, è una pianta epifita ovvero vive attaccata ad altre piante.

Non vivono direttamente sul terreno ma sui tronchi e sui rami degli alberi, per questa ragione vengono chiamate anche piante aeree.

Potete utilizzare uno spruzzino per inumidire leggermente le foglie, il fiore e le radici che hanno un caratteristico colore argentato e sono sempre alla ricerca di umidità.

La Phalaenopsis, come tutte le piante e i fiori che trovate in commercio, ha bisogno di attenzioni e cure da prestare lungo l’intero viaggio che la pianta compie per arrivare a casa vostra.

Dalla produzione al trasporto, dalla vetrina del negozio nella quale colpirà la vostra attenzione sino al vostro giardino, la pianta deve essere manutenzionata nel migliore dei modi.

Nei centri di grande distribuzione, come ipermercati o centri commerciali, è facile trovare esemplari di Phalaenopsis in vendita a poco più di una decina di euro.

Naturalmente il prodotto commercializzato da queste grandi catene, per ovvie politiche commerciali, non potrà godere delle stesse attenzioni e questo potrebbe accorciare la loro durata.

Comprare la vostra Phalaenopsis presso il negozio del vostro fiorista di fiducia vi farà portare a casa una maggiore garanzia sulla durata della pianta al costo di qualche euro in più.

Ecco un’altra cosa da sapere

Quando il fiore della Phalaenopsis è completamente sfiorito potete tagliare il gambo del fiore appena sopra il primo o il secondo nodo dello stelo, in modo che la pianta possa produrre nuovi fiori dal basso.

Una caratteristica dell’Orchidea Phalaenopsis è quella di non riuscire a vegetare e fiorire nello stesso momento.

Per questa ragione vedrete nascere prima delle nuove foglie sulla vostra pianta e solo in un secondo momento i fiori.

La quantità del fogliame prodotto dalla pianta è un buon indicatore sulle possibilità di veder spuntare nuovi fiori.

Quando vi troverete a scegliere la vostra Phalaenopsis da comprare, osservate bene la bellezza del fiore che vi piace ed il suo colore.

Non trascurate però di valutare attentamente il castello sul quale si sostiene la pianta, come abbiamo già visto un maggior numero di foglie vuol dire maggiori probabilità di avere una Phalaenopsis bella fiorita.

Se avete bisogno di consigli su come curare al meglio fiori e piante contattatemi tranquillamente.

Marco é sempre molto disponibile a dispensare idee e suggerimenti per i le vostre piantine.

Potete mandare un messaggio da qui o chiamarlo direttamente in negozio allo 010/6459853.